Strage in volo, 4 morti: inizia il processo per i 2 militari dell'Aeronautica

La Procura contesta negligenze nella pianificazione della missione e nell'assistenza agli equipaggi.

Il drammatico incidente in volo tra i due tornado

Inizia lunedì il processo a carico di Bruno Di Tora, 47enne di Caserta, e Fabio Saccottelli, 43 anni di Verbania, rinviati a giudizio, nello scorso mese di giugno, per il tragico incidente aereo avvenuto il 19 agosto del 2014 ad Ascoli Piceno: nello scontro di due tornado persero la vita quattro piloti, i capitani Mariangela Valentini, Alessandro Dotto, Giuseppe Palminteri e Paolo Piero Franzese.

A Di Tora, all'epoca comandante del 154esimo Gruppo, al quale era affidata la responsabilità della pianificazione dell'esercitazione, mentre Saccottelli è imputato quale capo cellula della pianificazione area target della stessa esercitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due militari dell'Aereonautica militare italiana in servizio presso la base di Ghedi, da cui i due velivoli si levarono in volo per l'esercitazione, sono accusati di omicidio colposo e disastro aviatorio colposo. La Procura contesta negligenze nella pianificazione della missione e nell'assistenza agli equipaggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento