Manda l'ex a processo per stalking: "Mia madre mi ha costretto a denunciarlo"

La ragazza racconta la sua verità al giudice: "Non mi ha mai minacciata ma mia mamma temeva che mi portasse via da lei"

La ragazza ha raccontato la sua verità al giudice

Una storia d'amore finita tra due giovanissimi di San Nicola la Strada ed una madre impicciona al punto da "costringere" la figlia a denunciare l'ex fidanzato. Una vicenda assurda che ha come protagonista un ragazzo di nome Luca, finito sotto processo con l'accusa di stalking

Stamattina nel corso dell'udienza celebrata dinanzi al giudice Maria Chiara Francica, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, è stata ascoltata la persona offesa delle presunte condotte persecutorie del giovane, difeso dall'avvocato Dezio Ferraro, che, di fatto, si è rimangiata tutto. 

La ragazza ha raccontato di essere stata fidanzata con l'imputato per 3 anni quando, nel dicembre del 2016, lui la lasciò. Era disperata e nel mese di aprile 2017 andò in Croazia per lavoro. Al suo rientro, a settembre, iniziò a frequentare un altro ragazzo, V.A., ma continuava a sentire il suo Luca con cui non si erano mai interrotti i rapporti. "A Luca non fece piacere questa mia nuova frequentazione e cominciò a chiamarmi". Telefonate che avvenivano di rado, non in maniera molesta, "una volta al giorno o ogni due giorni. Non era insistente", ha confermato la ragazza in aula.

Questo fino ad ottobre quando i due giovani si incontrarono a Caserta: "ci vedemmo per caso al bar Margherita". Il confronto fece tornare la ragazza, confusa su chi dei due pretendenti scegliere, a tornare sui suoi passi. "Tornammo insieme, non ho mai pensato di tornare con lui per quieto vivere. Lasciai l'altro e tornammo insieme ma durò poco. Non ero più la stessa e continuavo ad avere una frequentazione con l'altra persona ma in amicizia". Quindi la storia finì definitivamente. 

Fin qui niente di più di un amore giovanile, con i suoi tormenti ed i suoi fisiologici tira e molla. Un amore che ha portato le sue normali sofferenze al punto che il ragazzo si recò sotto casa del rivale fino a quando fu la stessa giovane a pretendere un incontro chiarificatore a tre ed in quella circostanza "Luca gli diede uno schiaffo". 

Niente insomma da innescare un processo penale, o almeno non per stalking. Procedimento che venne avviato dopo un vero e proprio lavaggio del cervello cui la mamma sottopose la ragazza. "Si è sempre opposta alla mia storia con Luca - ha detto la ragazza al giudice - Non voleva che stessimo insieme perché temeva che mi potesse portare via da lei. E così quando mi chiamava io non gli rispondevo perché mia mamma non voleva. Forse temeva che mi succedesse qualcosa e mi ha fatto pressioni a denunciarlo". 

Nella denuncia, presentata ai carabinieri, la ragazza ha descritto le condotte persecutorie ed anche le minacce ricevute dall'ex fidanzatino: "Mi ha detto cose brutte ma in un momento di rabbia", ha detto la giovane. Addirittura la stessa mamma della ragazza volle avere un confronto con l'ex, portandosi dietro anche un martello.

"So che si sono anche picchiati - ha riferito ancora - Lui batteva la testa contro il finestrino dell'auto e chiedeva a mia madre per quale motivo non dovesse uccidere l'altro. In quella circostanza, infatti, gli dissi che ero fidanzata con l'altra persona e che non volevo stare con lui. Mi guardava con aria minacciosa, non lo accettava". Ma la mamma non ne voleva sapere, arrivando a portare la figlia in un centro antiviolenza.

Episodi che sono stati raccontati ai carabinieri al punto che al giovane venne applicato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ragazza (misura caduta già in sede di Riesame). 

"Non mi ha mai minacciata e non ha mai minacciato nessuno. Non ho mai temuto per la mia incolumità né temevo di uscire da sola o di incontrarlo. Se accadeva magari evitavo il contatto. Sono andata via di casa perché mia mamma non voleva farmi ritirare la denuncia. Prima non avevo il coraggio di farlo e credevo di non avere scelta", ha concluso la giovane. 

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Schianto in autostrada, tre chilometri di coda

  • Scossa di terremoto, torna a tremare il casertano

  • Carabinieri inseguono Porsche Cayenne, fermano uomo che sferra pugno a militare

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento