Stalking, condannato ex dirigente del Pd

La Corte di Cassazione ha confermato la pena ad 1 anno e 8 mesi per stalking

Condannato per stalking

Arriva la condanna in Cassazione per Giovanni Cusano, 64 anni, noto imprenditore del settore alberghiero di Ruviano ed ex dirigente provinciale del Pd.

La Suprema Corte, secondo quanto riporta Adnkronos, ha condannato l'ex gestore di un noto albergo sul viale Carlo III ad 1 anno e 8 mesi per stalking. In primo grado su di lui pendeva una pena a sette anni e sei mesi per l'accusa di violenza sessuale a maltrattamenti ai danni di una donna di Ruviano, una sua ex dipendente, da cui è stato assolto in Appello.

Il giudice della Corte di Appello di Napoli, lo scorso anno, lo ha condannato ad 1 anno e 8 mesi solo per stalking. Pena che è stata confermata oggi dalla Cassazione. Secondo l'accusa avrebbe chiuso a chiave per ore, in un appartamento di Capua, la vittima, minacciandola di morte.

La ragazza raccontò di aver iniziato una relazione con Cusano, ma i problemi sono iniziati quando lei mostrò l'intenzione di interrompere la relazione. A quel punto sarebbe stata anche minacciata di diffondere loro foto e video nell'intimità e di volersi recare a casa della donna per svelare la relazione al marito di lei.  

Dopo la condanna in secondo grado vi è stato il ricorso in Cassazione, presentato dagli avvocati Agostino Imposimato e Carlo De Stavola, difensori di Cusano che non è stato accolto quindi confermata la pena ad 1 anno e 8 mesi. La parte civile è stata rappresentata dagli avvocati Mauro Iodice e Olimpia Rubino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento