Falsi profili su Instagram per stalkerare Barbara D'Urso, nei guai il fan casertano

Un 45enne è stato denunciato dalla Procura di Milano per le minacce e le molestie alla conduttrice tv

La conduttrice tv Barbara D'Urso

Aveva creato diversi profili su Instagram che facevano il verso a quello reale della sua conduttrice televisiva preferita, Barbara D’Urso, una vera e propria operazione di stalkeraggio ai danni del volto di Mediaset.

A finire nei guai un 45enne casertano, S.C., individuato dalla polizia postale e indagato dalla Procura di Milano perché, “con condotte reiterate, ed in special modo mediante la creazione di profili social a lei apparentemente riferibili, molestava e minacciava Maria Carmela D’Urso, in modo da cagionare nella medesima un perdurante e grave stato di ansia e di paura”.

Come riporta ‘Il Giorno’, il 45enne una volta individuato dalla polizia ha anche ammesso di aver messo in piedi i diversi profili fake, negando però che alla base vi fosse un piano criminale: “Le mie erano solo opinioni scherzose - ha spiegato - non ho diffamato nessuno”.

A denunciare il tutto è stata proprio la D’Urso, con lo stalking iniziate dal febbraio dello scorso anno e che si è trascinato per mesi e mesi, fino a quando un errore compiuto nella pubblicazione di una foto ha permesso alla polizia postale di individuarlo e di perquisire la sua abitazione.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Schianto in autostrada: due km di coda

  • Tragedia in spiaggia, muore annegato davanti ai turisti

  • Famiglia casertana rapinata in vacanza da due banditi con la pistola

Torna su
CasertaNews è in caricamento