Squadra mobile arresta affiliato clan dei casalesi fazione Iovine: era un fidato esecutore

San Cipriano d'Aversa - La Polizia di Stato di Caserta ha eseguito un provvedimento di carcerazione nei confronti di Ernesto De Luca, 45enne di San Cipriano d’ Aversa (Caserta) . L’ uomo deve espiare un residuo di pena di 1 anno e 8 mesi di...

polizia arresto fiduciario iovine

La Polizia di Stato di Caserta ha eseguito un provvedimento di carcerazione nei confronti di Ernesto De Luca, 45enne di San Cipriano d’ Aversa (Caserta) . L’ uomo deve espiare un residuo di pena di 1 anno e 8 mesi di reclusioni per associazione mafiosa e tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, reati commessi nel casertano e nel napoletano in epoche diverse .

Ieri mattina gli uomini della Squadra Mobile hanno eseguito il provvedimento emesso dalla Procura Generale della Corte di Appello di Napoli. Ernesto De Luca è ritenuto elemento di primo piano della consorteria criminale del clan dei casalesi - fazione riconducibile ad Antonio Iovine, di cui è stato uomo di fiducia durante il periodo di latitanza sorvegliandone gli spostamenti e vigilando sugli incontri con familiari e sodali.

Come emerso anche nel corso di precedenti indagini, l’uomo incontrava direttamente Iovine ,ricevendo e trasmettendo gli ordini per gli affiliati, occultando le armi del gruppo criminale e garantendosi una posizione privilegiata presso istituti di credito. De Luca è stato rintracciato presso la propria abitazione e condotto nel carcere di S. Maria Capua Vetere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento