Tenta di fare una strage dopo lite in strada: fissato il processo in Appello

In primo grado è stato condannato a 9 anni col rito abbreviato

E' stata fissata l'udienza di Appello per il tentato omicidio a carico di Giuseppe Musto. Il prossimo 22 novembre si terrà innanzi alla quinta sezione della Corte di Appello di Napoli l'udienza che valuterà i motivi di appello presentato dalla difesa dell'imputato, agli avvocati Laudante e D'Errico.

Musto è stato condannato in primo grado per aver tentato di uccidere 4 persone a bordo di una Fiat Panda, di cui 3 costituitesi parte civile: Ottavio Diana, Raffaele Reccia e Mario Reccia, difesi in primo grado dagli avvocati Gennaro Caracciolo e Giuseppe Mastroianni del foro di Santa Maria Capua Vetere.

Musto è stato condannato per aver esploso 4 colpi di pistola con intento omicidiario, dalla sua auto Smart in corsa verso il veicolo delle persone offese. I fatti sono avvenuti lo scorso anno: il 29enne di Villa Literno esplose colpi di pistola contro i presenti nell'altra automobile (che erano di Casapesenna e San Cipriano) dopo una lite per motivi di viabilità. Il giudice Grunieri del tribunale di Napoli Nord condannava l'imputato col rito abbreviato a 9 anni di reclusione, oltre il risarcimento. La Corte d'Appello dovrà valutare la congruità della pena ed eventuali condizioni assolutorie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

Torna su
CasertaNews è in caricamento