Spara contro migrante, rito abbreviato per imprenditore

Della Gatta sceglie il rito alternativo: è accusato di aver esploso diversi colpi contro il 19enne ospitato nella struttura di accoglienza

Alagiee Bobb e l'imprenditore Carmine Della Gatta

Ha scelto il rito abbreviato l’imprenditore di Gricignano d’Aversa Carmine Della Gatta, accusato di aver sparto e ferito gravemente, nello scorso mese di novembre, il 19enne gambiano Alagiee Bobb che viveva nel centro di accoglienza ‘La Vela’ a Gricignano d’Aversa. L’imputato, difeso dall’avvocato Giovanni Cantelli, ha chiesto di essere processato col rito alternativo ed il giudice ha accolto la richiesta, aggiornando l’udienza a luglio per la discussione. 

Secondo la ricostruzione della Procura di Napoli Nord, a novembre scorso il gambiano diede fuoco alla stanza del centro in cui era ospitato. Della Gatta raggiunse quindi il luogo armato di pistola e colpì il giovane al volto. L’imprenditore ha sempre raccontato di aver reagito anche perché il gambiano lo colpì al volto con una pietra. Il centro fu anche chiuso dalla Prefettura in seguito a quell’episodio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

Torna su
CasertaNews è in caricamento