Spari nel centro migranti, Gricignano si schiera con Della Gatta: "È legittima difesa"

Tam tam sui social: "Pronti anche a scendere in piazza"

Carmine Della Gatta

"Io sto con Carmine". Sono questi i messaggi che arrivano da Facebook dopo la sparatoria avvenuta venerdì sera nel centro La Vela di Gricignano che ospita i migranti arrivati dall'Africa. Tantissimi cittadini di Gricignano, con in testa il vice sindaco Andrea Aquilante, non hanno nascosto di essere schierati completamene dalla parte dell'imprenditore Carmine Della Gatta, finito agli arresti dopo aver sparato contro un 19enne africano che aveva appiccato poco prima un incendio nello stabile ne ospitava lui ed altre persone provenienti dall'Africa.

Secondo la ricostruzione dell'imprenditore, che lunedì sarà interrogato dal gip che ha disposto il suo arresto, il 19enne lo avrebbe colpito con una pietra al volto e da qui sarebbe scattata la sua reazione. "La difesa è sempre legittima" spiegano alcuni cittadini di Gricignano ancora sotto shock per l'accaduto prendendo le parti dell'imprenditore: "Siamo pronti a scendere in piazza per testimoniare la nostra vicinanza a Carmine". Ora la palla passa nelle mani del giudice che dovrà valutare le tesi sul tavolo e decidere il da farsi. Se considererà la reazione di Della Gatta come una difesa personale, potrebbe anche essere revocata la carcerazione. In caso, invece, venga considerato come eccesso di difesa, allora la detenzione potrebbe essere confermata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento