Spaccio e furti in ospedale: 39enne finisce in cella

L'uomo già sottoposto all'obbligo di dimora continuava a commettere reati

Continuava a spacciare ìdroga ed a commettere furti negli ospedali nonostante fosse sottoposto all'ordine di firma. Per questo motivo gli agenti del commissariato di Aversa, diretto da Vincenzo Gallozzi, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Ciro Zevolo, napoletano di 39 anni, residente a Scampia.

L'uomo già in passato era finito nella rete della polizia per episodi di spaccio e per una serie di furti all'interno dell'ospedale Moscati di Aversa. Nonostante la misura dell'obbligo di dimora aveva proseguito nel commettere reati e per questo nei suoi confronti è stato disposto l'aggravamento della misura cautelare con quello in carcere. Espletate le formalità di rito il predetto veniva associato alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

  • Muore dopo incidente a scuola, un testimone ha visto Gerardina pochi minuti prima della caduta

Torna su
CasertaNews è in caricamento