Beccato con 6 kg di hashish: condanna definitiva per un 43enne

Orefice deve scontare 3 anni e 1 mese agli arresti domiciliari

Giuseppe Orefice

Arriva l'ordine di carcerazione per Giuseppe Orefice, 42enne di San Nicola la Strada, condannato a 4 anni e 3 mesi per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare hashish.

L'ufficio esecuzioni penali del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha notificato al 43enne ed al suo difensore, l'avvocato Nello Sgambato, l'ordine di carcerazione dopo la condanna inflittagli dal gip sammaritano e diventata definitiva a dicembre quando la Cassazione ha dichiarato inammissibile il suo ricorso.

L'uomo, che già ha scontato 5 mesi di detenzione in carcere, deve scontare ancora 3 anni ed 1 mese di reclusione. Per ora l'ufficio di Procura ha disposto la sospensione del provvedimento di carcerazione, con Orefice che proseguirà la sua detenzione agli arresti domiciliari con la pena che si concluderà nel 2022. Gli atti sono stati inviati anche al Tribunale di Sorveglianza per decidere sul caso. 

Orefice era stato arrestato dai carabinieri nell'agosto del 2017 a Capodrise. In seguito ad una perquisizione dei carabinieri venne trovato in possesso di 6 chili e mezzo di hashish (circa 36mila dosi) suddivisi in 66 panetti da 100 grammi ciascuno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Coronavirus, allarme a Pineta Grande: isolato un uomo di Mondragone

Torna su
CasertaNews è in caricamento