Beccati con il fumo dopo l'inseguimento, baby pusher scarcerati

Il 19enne è completamente libero mentre il 16enne si trova ristretto in casa

Trovati con l'hashish dai carabinieri

Uno è libero, l'altro ristretto in casa. Questa la decisione del gip del tribunale di Napoli Nord e del giudice per i minori di Napoli nei confronti, rispettivamente, di un 19enne e di un 16enne, di San Cipriano d'Aversa, arrestati domenica dai carabinieri per spaccio di droga.

I due giovani erano stati fermati dopo un breve inseguimento tra le vie cittadine in via Isola ed avevano tentato di disfarsi maldestramente dello stupefacente. Dai controlli dei carabinieri, però, il più grande era stato trovato in possesso di 3,7 grammi di hashish mentre il più giovane aveva un panetto di 47 grammi della stessa sostanza stupefacente nascosti in un borsello. 

Stamattina, nel corso dell'udienza di convalida, il gip Iaculli del Tribunale di Napoli Nord ha accolto l'istanza del difensore del 19enne, l'avvocato Paolo Caterino, e disposto la sua immediata liberazione dagli arresti domiciliari. Il minorenne, invece, dopo 24 ore circa nel centro di giustizia minorile dei Colli Aminei è tornato a casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, test positivo confermato dalle controanalisi. La 24enne ha incontrato 8 persone

Torna su
CasertaNews è in caricamento