Spaccio di cocaina e crack: 7 condanne

Drug market del litorale: inflitti 17 anni di carcere complessivi

La condanna per spaccio

Spaccio di cocaina e crack. Sono sette le condanne pronunciate nei confronti di altrettanti imputati ritenuti responsabili di aver messo in piedi per un voluminoso giro d'affari, tra Mondragone e Castel Volturno, con la vendita di stupefacenti.

Il giudice Ivana Salvatore del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al termine del processo celebrato con rito abbreviato, ha inflitto 2 anni e 4 mesi a Vincenzo Somma; 2 anni e 9 mesi per Guido Migliore; 6 mesi per Andrea Marchegiano; 4 mesi per Raffaele Pagliuca; 1 anno e 2 mesi per Vincenzo Messina; 8 anni e 10 mesi complessivi per Davide Cascarino, a cui è stata riconosciuta la continuazione con un'altra sentenza passata in giudicato; 2 anni per Antonio Grasso. I giudici hanno concesso il beneficio della pena sospesa per Pagliuca, Messina e Grasso

Secondo quando ricostruito dalla Procura gli imputati, quasi tutti giovanissimi e residenti tra Mondragone e Castelvolturno, avevano realizzato un voluminoso giro di affari attraverso la fornitura di cocaina e crack nel territorio litoraneo.

Il pubblico ministero aveva invocato pene più severe ma il giudice hanno accolto, sia pur parzialmente, le tesi del collegio difensivo. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Luigi Mordacchini, Luigi Iannettone, Giuseppe Tessitore ed Angelo Raucci
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento