Spaccio di droga: 34enne torna libero

Il Riesame annulla l'ordinanza per Paolo Cinotti

Paolo Cinotti

Torna libero anche Paolo Cinotti, il 34enne di Caserta finito in carcere in seguito all'inchiesta sulla compravendita di voti per le elezioni regionali nel 2015 e lo spaccio di droga all'ombra della Reggia, reati aggravati dall'aver favorito il clan Belforte.

La dodicesima sezione del tribunale del Riesame, presieduta dal giudice Paola Russo, ha accolto l'istanza presentata dal difensore di Cinotti, l'avvocato Nello Sgambato, ed ha annullato l'ordinanza a suo carico disponendo la scarcerazione del casertano.

Cinotti, accusato di spaccio di droga ed in particolare di hashish, si era reso irreperibile e si era consegnato ai carabinieri un paio di settimane dopo il blitz. Nel corso dell'interrogatorio di di garanzia ha chiarito la propria posizione e ammesso alcune delle contestazioni della Dda. Adesso i giudici lo hanno rimesso in libertà. 

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Schianto in autostrada: due km di coda

Torna su
CasertaNews è in caricamento