Spacciatore e 'vedetta', condannato ed arrestato

Gazzillo portato in carcere per scontare la pena

Droga nel rione Iacp di Maddaloni, finisce in carcere Antonio Gazzillo. Il 37enne di Maddaloni è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Caserta che gli hanno notificato un ordine di carcerazione emesso dalla Corte d'Appello di Napoli per l’espiazione della pena di 2 anni, 11 mesi e 26 giorni di reclusione. Gazzillo fu coinvolto, nel 2013, in una indagine inerente lo spaccio di sostanze stupefacenti nel contesto del rione IACP, in via Feudo a Maddaloni. In particolare Gazzillo partecipava, all’epoca, ad una attività di spaccio di cocaina, unitamente ad altri soggetti anch’essi arrestati in flagranza di reato, avendo avuto, all’occorrenza, anche il ruolo di “vedetta” presso uno degli ingressi del rione, al fine di segnalare ai suoi sodali l’eventuale arrivo delle forze dell'ordine. Terminati gli atti di rito, Gazzillo è stato associato presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna trovata morta nel letto di casa: aveva 40 anni

  • Bimbo morto, i genitori di Diego rompono il silenzio dopo 5 giorni

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, si aggrava il bilancio dei contagi: nuovi casi ad Aversa e Castel Volturno

  • Coronavirus, slitta il picco in Campania. "Contagi al massimo tra fine aprile ed inizio maggio"

Torna su
CasertaNews è in caricamento