Soldi del boss: indagini chiuse per 5

Inchiesta sul reimpiego dei beni di provenienza illecita del clan Zagaria

Tra i coinvolti c'è anche Giuseppe Inquieto

Sono 5 le persone per le quali dal Direzione Distrettuale Antimafia ha dichiarato chiuse le indagini per la loro partecipazione al clan dei Casalesi, ed in particolare per gli affari della cosca guidata da Michele Zagaria.

A rivelarlo è l'edizione di oggi di Cronache di Caserta secondo la quale i magistrati stanno valutando se chiedere il giudizio per Giuseppe Inquieto, 48enne di Aversa, Mario Nobis, 37enne di Casapesenna, Giovanni Nobis, 57enne, Rita Fontana, 51enne e Salvatore Nobis, detto Scintilla.

L'inchiesta riguarda gli affari del clan Zagaria ed in particolare il reimpiego dei soldi di proveninenza illecita in alcune attività, tra cui anche un caseificio.  

Potrebbe interessarti

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

Torna su
CasertaNews è in caricamento