Soldi del boss: indagini chiuse per 5

Inchiesta sul reimpiego dei beni di provenienza illecita del clan Zagaria

Tra i coinvolti c'è anche Giuseppe Inquieto

Sono 5 le persone per le quali dal Direzione Distrettuale Antimafia ha dichiarato chiuse le indagini per la loro partecipazione al clan dei Casalesi, ed in particolare per gli affari della cosca guidata da Michele Zagaria.

A rivelarlo è l'edizione di oggi di Cronache di Caserta secondo la quale i magistrati stanno valutando se chiedere il giudizio per Giuseppe Inquieto, 48enne di Aversa, Mario Nobis, 37enne di Casapesenna, Giovanni Nobis, 57enne, Rita Fontana, 51enne e Salvatore Nobis, detto Scintilla.

L'inchiesta riguarda gli affari del clan Zagaria ed in particolare il reimpiego dei soldi di proveninenza illecita in alcune attività, tra cui anche un caseificio.  

Potrebbe interessarti

  • Invasioni di formiche? Ecco alcuni consigli per eliminarle

  • I 10 ristoranti dove si mangia il miglior pesce a Caserta

  • Clownterapia a Caserta: la missione degli 'angeli' dei bambini travestiti da clown

  • Sì alla detox, ma non d'estate. L'esperta: "Vi spiego perché"

I più letti della settimana

  • Via libera ai tutor, partono le multe per gli automobilisti

  • Chiude all'improvviso noto ristorante della Movida

  • Sequestrati 70 chili di cozze: maxi multa per 4

  • Ucciso per errore dalla camorra: Salvini blocca il risarcimento ai familiari

  • Tribunale "sgomberato" per l'arrivo del boss dei Mazzacane

  • Paura su viale Carlo III, auto divorata dalle fiamme

Torna su
CasertaNews è in caricamento