"20mila euro per un posto nei vigili", condannato l'intermediario

Fu arrestato dai carabinieri mentre stava per intascare l'ultima tranche

Un anno e quattro mesi di carcere. E’ questa la sentenza dal giudice Di Bartolomeo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere a carico di O.M,56 anni di Caserta, accusato di aver tentato di intascare 20mila euro promettendo un posto nel corpo della polizia municipale del Capoluogo. L’imputato (difeso dall’avvocato Dezio Ferraro) secondo la Procura si sarebbe proposto di fare da intermediario per favorire l’assunzione del figlio della vittima che, in più circostanze, aveva consegnato una somma di 17630 euro al 56enne. Al quale, però, non riuscì di intascare gli ultimi tremila euro che aveva chiesto, visto che all’appuntamento con la vittima in via Tescione trovò ad attenderlo i carabinieri che lo ammanettarono dopo la denuncia della vittima. Ne è nato un processo che si è concluso con la condanna di O.M. ad un anno e quattro di reclusione.

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Il casertano brucia di calore: temperature a 50 gradi

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • Schianto in autostrada: due km di coda

  • Tragedia in spiaggia, muore annegato davanti ai turisti

Torna su
CasertaNews è in caricamento