"Meno male che non sono ancora sindaco altrimenti mi mettevano in galera"

L'ex sindaco si sfoga su Facebook dopo il sequestro del cantiere della clinica Pineta Grande e le accuse della Procura della Repubblica

L'ex sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo

Facile attendersi una sua reazione dopo la 'bomba' scoppiata col sequestro del cantiere di ampliamento della Clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Dimitri Russo, ex sindaco di Castel Volturno, è tirato direttamente in ballo dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere nell'operazione amministrativa per rilasciare i permessi alla società sanitaria di Vincenzo Schiavone (approvata con delibera di consiglio comunale quando era sindaco) e le accuse non sono da poco: secondo gli inquirenti, infatti, Russo avrebbe favorito Pineta Grande per averne un tornaconto personale.

IL SISTEMA 'PINETA GRANDE': "AUTORIZZAZIONI ILLEGITTIME"

"E meno male che non sono sindaco altrimenti questi mi avrebbero messo pure in galera" commenta in un posto Russo, esponente del Partito democratico, che poi risponde in parte anche alle accuse che gli vengono fatte. "Secondo la Procura di Santa Maria Capua Vetere - scrive su Facebook - per garantirmi un futuro professionale dopo l'incarico da Sindaco in qualità di presidente della IncoFarma, per istituire l'ottava farmacia comunale nella clinica Pinetagrande. Incredibile. Anzitutto le farmacie comunali non possono essere aperte presso una clinica o un ospedale in cui possono esserci solo farmacie ospedaliere (che la Inco.Farma per legge non può gestire); poi la gestione dell'ottava farmacia comunale, come da statuto Inco.Farma (modificato proprio durante la mia presidenza), deve essere messa a bando e quindi non è più assegnabile automaticamente, come succedeva nel passato, alla stessa Inco.Farma; infine, l'ottava farmacia comunale è stata già assegnata e individuata dalla mia Giunta nei pressi del Bar Tropical sulla Domiziana".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento