Minaccia il sindaco con la pistola e poi scappa

Un 21enne è stato bloccato dai carabinieri: le minacce per il mancato pagamento del suo stipendio

Francesco Buzzo è stato minacciato nel suo ufficio in Comune

Momenti di grande paura questa mattina per il sindaco di Valle di Maddaloni Francesco Buzzo. Il medico è stato infatti minacciato con una pistola, poi rivelatasi a salve ma senza il tappo rosso, da un giovane 21enne, dipendente della ditta che si occupa della nettezza urbana del Comune.

Il ragazzo, avuto conferma che il sindaco si trovasse nel suo ufficio, si è recato nel Municipio e ha estratto la pistola al termine di una discussione con Buzzo. A spingere il giovane al gesto, come ricostruito dai carabinieri, sarebbero state le difficoltà economiche del ragazzo: la società che gestisce il servizio di nettezza urbana da alcuni mesi paga in ritardo gli stipendi, il 21enne stava infatti protestando col sindaco per il mancato versamento della mensilità di febbraio.

Dopo le minacce il 21enne è scappato, il sindaco ancora sotto shock ha allertato i carabinieri della Compagnia di Maddaloni, guidati dal capitano Scollato che in pochi minuti sono riusciti a rintracciare il giovane, condotto poi in caserma a Maddaloni dove è stato trattenuto in stato di arresto nella camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo previsto domani mattina. 

Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere regionale del Pd Stefano Graziano, collega di partito di Buzzo, al quale ha espresso solidarietà e vicinanza: “Quanto accaduto oggi nei locali del municipio è inaccettabile – ha detto Graziano - e mortifica l'impegno al servizio della comunità di un'amministrazione comunale chiamata dagli elettori a rilanciare Valle poco più di un anno e mezzo fa.  La violenza, le minacce non  possono essere mai la risposta, anche in situazioni difficili e di grande esasperazione. Sono vicino a Buzzo e sono convinto che andrà avanti nella sua attività con maggiore determinazione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Poligono di tiro sequestrato dai carabinieri | FOTO

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

Torna su
CasertaNews è in caricamento