I soldi della multinazionali del ‘Parco Campania’ nel forziere di Barletta

Sette società pagavano l'affitto dei capannoni alla società 'nascosta' in Nuova Zelanda

Era la società ‘forziere’ del gruppo di imprese di Giuseppe Barletta, l’imprenditore e dominus dell’Interporto Sud Europa finito in manette questa mattina con l’accusa di bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio.

La ‘Piazza degli svaghi srl’, come emerso dalle indagini condotte dal nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta, era la ditta utilizzata dall’imprenditore per intascare gli affitti da alcune multinazionali del Parco commerciale Campania.

La società, seppur formalmente controllata da 2 trust con sede in Nuova Zelanda, era di fatto proprietà di Barletta. Con questa l’imprenditore fittava a grandi marchi come Maison due Monde, Happy Casa, Oviesse, Euronics, l’Outlet BCO, i capannoni utilizzati per la vendita al pubblico all’interno del Parco commerciale Campania. Barletta aveva a disposizione anche un locale all’interno del centro commerciale, lì dove sorge attualmente il Cinepolis.

Slide 16-2

La ‘Piazza degli svaghi srl’, il forziere di Barletta, è stata quindi posta sotto sequestro: i grandi marchi che fittavano dalla società dell’imprenditore (non coinvolti nell’inchiesta) potranno continuare normalmente i loro affari, è infatti attesa a breve la nomina dell’amministratore straordinario che prenderà le redini della società,

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento