Cantina trasformata in ‘laboratorio’, botti pericolosi sequestrati dai carabinieri

Un 18enne di Sessa Aurunca denunciato alla Procura. E’ stato individuato per le continue deflagrazioni degli esperimenti

Sequestrati nella tarda serata del 30 dicembre a Sessa Aurunca, dall'aliquota operativa della locale compagnia carabinieri, articoli pirotecnici per un peso lordo di circa 400 grammi. Gli ordigni esplosivi di manifattura rudimentale e casalinga (le cosiddette cipolle) sono stati rinvenuti dai militari in pieno centro storico in via San Leo nella cantina di A.L., 18enne del posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per detenzione abusiva di materiale esplodente e relativo commercio illegale. A seguito degli accertamenti, gli uomini dell'Arma sono riusciti ad individuare la provenienza delle numerose deflagrazioni, conseguenza degli esperimenti del 18enne, riuscendo a stanare il piccolo laboratorio. Il materiale esplodente è stato reso inoffensivo e conseguentemente distrutto dal nucleo artificieri dei carabinieri di Caserta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Macchia nera, scoperta choc: "Dna umano". Sequestrato depuratore: "Fogne direttamente nel canale"

Torna su
CasertaNews è in caricamento