Sequestrato il Castello dopo i crolli: politici ed imprenditori nel mirino della Procura

Gli inquirenti puntano l'indice sui ritardi nell'attuazione del progetto di riqualificazione: "Compromesso il recupero del monumento"

Il crollo di parte del Castello

Un abbandono durato oltre 16 anni, poi i crolli. La Procura della Repubblica apre un fascicolo d'indagine dopo il cedimento dei giorni scorsi di parte del Castello di Castel Volturno. I carabinieri del reparto territoriale di Mondragone e della stazione castellana hanno provveduto al sequestro del monumento.

Rischia di diventare uno tsunami la vicenda dell'abbandono del Castello, simbolo della città e bene di rilevante interesse storico, che nell'ultimo periodo ha subito un altro importante e significativo crollo della porzione perimetrale che ne ha compromesso la possibilità di recupero.

L'attività degli investigatori ha evidenziato come nel 2003 è stato stipulato un accordo di programma tra Regione, Provincia di Caserta ed i Comuni di Castel Volturno e Villa Literno oltre a due enti privati, il Consorzio Rinascita e il Fontana Blu spa. Il progetto di recupero è stato approvato con una spesa preventivata di 2 milioni e 250mila euro e prevedeva, a carico dei soggetti privati, la riqualificazione del Borgo fortificato di San Castrese, per una spesa preventiva di 7 milioni e mezzo, collocati nel più ampio ed ambizioso progetto di risanamento eco-ambientale e di rilancio socio-economico per Pinetamare e le aree attigue.

Per quanto risulta agli inquirenti della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, però, si sono registrati gravissimi ed ingiustificati ritardi nell'attuazione del piano di recupero. Motivo per cui è stato aperto un fascicolo d'indagine per verificare l'eventuale sussistenza di responsabilità penali a carico di chi istituzionalmente doveva assicurare la realizzazione degli interventi in questione. Ritardi che hanno determinato ed aggravato l'instabilità strutturale in cui da anni versa il Castello.

A luglio del 2015 l'amministrazione comunale di Castel Volturno aveva segnalato ai competenti organi regionali come l'accordo di programma non avesse avuto attuazione. Ma successivamente non sarebbero state intraprese iniziative per realizzare quanto programmato. Inoltre niente hanno fatto anche gli altri Enti che hanno sottoscritto l'accordo nel 2003 vanificando un ambizioso progetto di recupero, riqualificazione e rilancio per Castel Volturno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento