Camorra. Sequestrate società, case e 300mila euro sui conti correnti

Le indagini della Dia su Di Girolamo, che vive a Follonica

Colpo alla camorra ‘in trasferta’. La Dia ha sequestrato i beni a Giuseppe Di Girolamo, 60 anni di Aversa, trapiantato ormai da anni in provincia di Grosseto. Già condannato nel 1997 dalla Corte d’assise d’Appello di Napoli a tre anni di reclusione per aver fatto parte della Nco, tre anni dopo si becca anche una condanna a dieci anni di reclusione per omicidio. Di Girolamo, tra una condanna e l’altra, si stabilisce con la famiglia a Follonica, in Maremma, dove dal 2006 gestisce un hotel tramite una società intestata alla moglie. Nel frattempo arrivano altre condanne per un totale pena complessivo di 18 anni che termina di scontare nel 2016. Le indagini sul piano economico di Di Girolamo hanno consentito alla Dia di ricostruire un patrimonio non il linea con le sue capacità finanziarie: per questo motivo e’ stato disposto il sequestro di una società a Grosseto, tre immobili ad Aversa, conti correnti in Italia ed all’estero per un valore di 300mila euro.  Il provvedimento e’ stato emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

Torna su
CasertaNews è in caricamento