Sequestrato impianto di torrefazione del caffè

Blitz della Forestale: il proprietario aveva modificato lo stabilimento senza autorizzazioni

Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Marcianise hanno effettuato una verifica, congiuntamente a personale specializzato dell’ARPAC – Dipartimento Provinciale di Caserta, presso uno stabilimento di San Cipriano d’Aversa nel quale si effettuava la lavorazione del caffè per la produzione, il confezionamento, il commercio all’ingrosso ed al dettaglio, nonché l’importazione e l’esportazione.

Nel corso del controllo si è constatata una modifica sostanziale dell’impianto di torrefazione, consistente nell’aumento della capacità di lavorazione della macchina senza alcuna comunicazione all’autorità amministrativa competente in materia di emissioni in atmosfera.

L’impianto di torrefazione è stato quindi sottoposto a sequestro preventivo ed il titolare è stato denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria per aver realizzato una modifica sostanziale nello stabilimento senza la prescritta autorizzazione nei riguardi delle emissioni in atmosfera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento