Sequestrate officine dall'esercito. Trovato il 'cimitero delle auto rubate'

I controlli dell'esercito nella Terra dei Fuochi

Sei imprese sequestrate, quattro multate, cinque denunciati e sanzioni per 21 mila euro complessivi costituiscono il bilancio dei controlli interforze per il contrasto dei roghi di rifiuti eseguiti tra Aversa, Marcianise, Napoli, Grumo Nevano, Qualiano, Casandrino e Pozzuoli.

A Napoli e ad Aversa sono state sequestrate due officine di carrozzeria, sequestrate tre auto e sanzionate tre persone. Nel territorio di Qualiano è stato sequestrato un cantiere nautico abusivo nel quale erano impiegati lavoratori irregolari. Il proprietario è stato denunciato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Grumo Nevano sono state sequestrate due officine di carrozzeria e denunciati i proprietari. Nello stesso Comune, è stato sanzionato il titolare di un calzaturificio per smaltimento illecito di rifiuti. A Casandrino è stato sequestrato un calzaturificio. A Pozzuoli un'area di 600 metri quadrati adibita a parcheggio abusivo, mentre a Marcianise è stata individuata un'area dove vi erano depositate diverse parti di auto rubate utilizzate come ricambi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento