CASALESI 4 condanne: carcere per carabiniere ed ex senatore

Tredici anni e mezzo a Fontana, 7 anni per l’ex senatore Barbato

L'ex senatore Tommaso Barbato

Quattro condanne e tre assoluzioni. Si è chiuso così in primo grado il processo Medea relativo agli appalti ottenuto da imprenditori ritenuti vicini al clan dei Casalesi da Enti pubblici.

La pena più pesante è stata comminata all’imprenditore originario di Casapesenna ma trapiantato a Caserta Pino Fontana, i cui legali avevano tentato la carta a sorpresa della ricusazione del collegio giudicante (richiesta dichiarata inammissibile dalla Corte d’Appello). All’imprenditore è stata inflitta una pena di 13 anni e mezzo di carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A sette anni è stato invece condannato l’ex senatore Udeur Tommaso Barbato; 4 anni e mezzo, con l’esclusione dell’articolo 7, sono stati comminati ad Alessandro Cervizzi, carabiniere che era in servizio al comando provinciale di via Laviano a Caserta. Infine due anni di carcere per Carmine Lauritano di Marcianise. Assolti, invece, il finanziere Silvano Monaco, l’imprenditore Orlando Fontana di Casapesenna e Vincenzo Pellegrino di Villa di Briano. Tutte le pene sono state ridotte rispetto a quanto era stato richiesto dal pubblico minstero della Dda nel corso della sua requisitoria. Esclusa la posizione di Monaco (anche il magistrato aveva avanzato rischista di assoluzione) è stata ribaltata completamente la richiesta di condanna per Orlando Fontana e Pellegrino, per i quali erano state chieste, rispettivamente, condanne a 6 e 10 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento