Schiavone jr chiude il processo a Cosentino

Il controesame del figlio di Sandokan precede la requisitoria del procuratore generale

Nicola Schiavone e Nicola Cosentino

Si conclude con Nicola Schiavone il processo in Appello nato dall'inchiesta "Il Principe e la (scheda) ballerina" che vede alla sbarra, tra gli altri, l'ex sottosegretario all'Economia Nicola Cosentino

Stamattina, presso la Corte d'Appello di Napoli, si è svolto il controesame da parte dei difensori dell'ex politico di Forza Italia, gli avvocati Stefano Montone e De Caro. Il figlio di Sandokan ha ripercorso la vicenda rispondendo alle domande dei legali. Il processo è stato poi rinviato ad inizio ottobre per la requisitoria del procuratore generale. 

L'ex sottosegretario, condannato in primo grado a 5 anni, secondo l’accusa, essendo stato un referente politico del clan dei Casalesi, si sarebbe interessato alla costruzione di un centro commerciale, mai edificato, voluto dalla camorra e si sarebbe interessato per un finanziamento all’Unicredit di 5 milioni di euro alla Vian di Nicola Di Caterino, la società che doveva edificare il centro. L’incontro per l’erogazione dei fondi, di fatto mai concretizzata, sarebbe avvenuto a Roma nella filiale di via Bari il 7 febbraio 2007.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In primo grado i giudici hanno inflitto 13 condanne ed 8 assoluzioni. Con Cosentino vennero condannati Nicola Di Caterino a 11 anni, Gaetano Iorio a 9 anni, Stefano Di Rauso a 9 anni, Mauro La Rossa a 7 anni, Cristoforo Zara a 5 anni, Caterina Corvino a 4 anni, Rossano Tirabassi a 4 anni, Gennaro Abbruzzese a 4 anni, Stefania Porcellini a 2 anni e 8 mesi, Claudio Angeli a 2 anni e 8 mesi, e Marco Galante a 2 anni. Nel collegio difensivo sono impegnati, tra gli altri, gli avvocati Giuseppe Stellato, Stefano Montone e De Caro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento