"Il sindaco era l'anello di congiunzione tra Zagaria e Cosentino"

Nicola Schiavone, figlio di Sandokan, inguaia l'ex primo cittadino

Nicola Cosentino e Michele Zagaria

"Michele Griffo era l'anello di congiunzione tra Michele Zagaria e Nicola Cosentino". È quanto ha riferito Nicola Schiavone nel corso del processo Jambo nel delineare i rapporti tra l'ex sindaco di Trentola Ducenta e il boss dei Casalesi.
Un rapporto d'amicizia che si traduceva in appoggio politico per il primo ed in appalti garantiti ad imprese di sua fiducia per il secondo. Per questo il pm della Dda Maurizio Giordano ha annunciato il cambio dell'imputazione per Griffo da concorso esterno a associazione di stampo mafioso. Insomma la posizione di Griffo si fa più pesante alla luce delle accuse lanciate da Schiavone.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nei verbali di Schiavone jr spunta il nome di un altro big della politica

  • Cronaca

    L’Antimafia sequestra villette e conti correnti al ‘professore’

  • Cronaca

    Condannati in 7, ma viene annullata la confisca

  • Cronaca

    Vandali in azione nel vicolo dedicato a Marzaioli | FOTO

I più letti della settimana

  • Fuga da Caserta: in un anno sono "scappate" oltre 12mila persone

  • Anziana "torturata" in ospedale: denunciati medici ed infermieri

  • Furgone travolge la struttura del Ponte di Ercole | FOTO E VIDEO

  • Una discoteca vicino l’Eurospin. In aula scoppia la nuova polemica

  • Il sindaco incassa la tangente del capoclan: 100mila euro nascosti nella sua borsa da medico

  • Arrestati 2 fratelli casertani: in Colombia per la cocaina della 'Ndrangheta

Torna su
CasertaNews è in caricamento