"Il sindaco era l'anello di congiunzione tra Zagaria e Cosentino"

Nicola Schiavone, figlio di Sandokan, inguaia l'ex primo cittadino

Nicola Cosentino e Michele Zagaria

"Michele Griffo era l'anello di congiunzione tra Michele Zagaria e Nicola Cosentino". È quanto ha riferito Nicola Schiavone nel corso del processo Jambo nel delineare i rapporti tra l'ex sindaco di Trentola Ducenta e il boss dei Casalesi.
Un rapporto d'amicizia che si traduceva in appoggio politico per il primo ed in appalti garantiti ad imprese di sua fiducia per il secondo. Per questo il pm della Dda Maurizio Giordano ha annunciato il cambio dell'imputazione per Griffo da concorso esterno a associazione di stampo mafioso. Insomma la posizione di Griffo si fa più pesante alla luce delle accuse lanciate da Schiavone.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sconto di pena per il fratello del capoclan

  • Cronaca

    50 ARRESTI Donadio e Buonanno a capo del gruppo. Preso anche il figlio dell'imprenditore

  • Cronaca

    Titolari del distributore di benzina indagati per truffa aggravata

  • Cronaca

    Maxi rissa in strada, un 30enne finisce in ospedale

I più letti della settimana

  • Le minacce del ‘Genny Savastano’ casertano: “Appena mi libero sei un uomo morto”

  • L'OMICIDIO DI SERENA Il figlio del maresciallo incastrato dalle perizie

  • Schianto su viale Carlo III, auto si ribalta | FOTO

  • Promette posti di lavoro negli ospedali, smascherata da 'Striscia' | VIDEO

  • L'omicidio di Katia, la giornalista di 'Quarto grado' racconta le confidenze della mamma

  • Omicidio nel casertano, l'ombra della camorra: bruciata l'auto della vittima

Torna su
CasertaNews è in caricamento