Schiacciato dalla pressa in fabbrica, muore operaio

La tragedia nella zona Asi. I carabinieri indagano sull'incidente: disposta l'autopsia

Sul caso indagano i carabinieri

Tragedia nel pomeriggio a Teverola dove un operaio, dipendente di una delle aziende presenti nella zona Asi, ha perso la vita in seguito ad un incidente sul lavoro. 

Stando ad una primissima ricostruzione l'uomo, Cesario Bortone 47 anni di Cesa, era a lavoro vicino ad una pressa quando, per cause ancora da chiarire, è rimasto ucciso dal macchinario. 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione ed i medici del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare l'avvenuto decesso. Da chiarire le cause dell'incidente, se legate ad un'imprudenza dell'operaio o da un difetto della macchina. Saranno le indagini a stabilirlo. Intanto il corpo dell'operaio 47enne è stato trasferito all'ospedale di Caserta per l'esame autoptico. 

"Abbiamo appreso con grande dolore la notizia della morte di Cesario Bortone, deceduto a seguito di un incidente sul lavoro a Teverola questo pomeriggio. E’ una tragedia che colpisce ancora una volta una persona della nostra comunità ed è per questo che, in segno di rispetto e di lutto, si è deciso di sospendere le iniziative natalizie in programma in questo fine settimana". Lo ha dichiarato il sindaco di Cesa Enzo Guida che a nome dell'intera amministrazione esprime cordoglio e vicinanza ai familiari della vittima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

Torna su
CasertaNews è in caricamento