Camorra & politica. Cancellati gli arresti domiciliari per il fratello dell'ex consigliera

Accolta l'istanza di Giovanni Esposito, coinvolto nell'inchiesta sulla corruzione elettorale a Maddaloni

L'ex consigliera e candidata alle ultime amministrative Teresa Esposito

Dovrà sottoporsi solo all'obbligo di firma Giovanni Esposito, fratello della candidata al consiglio comunale di Maddaloni Teresa Esposito, arrestato assieme al fratello Eduardo, alla madre Carmela Di Caprio e alla stessa sorella nell’inchiesta coordinata dalla Dda sulla corruzione elettorale (aggravata dal metodo mafioso) alle scorse amministrative.

Il gip Alfano ha infatti accolto l’istanza presentata dagli avvocati difensori di Giovanni Esposito, Dezio Ferraro e Franco Liguori, cancellando per lui gli arresti domiciliari. E domani è prevista l’udienza al Riesame anche per la sorella Teresa, il fratello Eduardo e la madre Carmela Di Caprio, tutti agli arresti domiciliari.

Nell’inchiesta sulla corruzione elettorale sono indagati a piede libero anche il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo, il funzionario del Comune Enrico Pisani e l’imprenditore Esposito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Trovato morto in casa: è stato ucciso a coltellate

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

Torna su
CasertaNews è in caricamento