Pizzo ad un gommista, scarcerato dopo un anno di detenzione

L'uomo era finito in cella per un caso di estorsione per conto del clan della 167 di Arzano

Era finito in carcere per l'estorsione, aggravata dal metodo mafioso, ai danni di un gommista. A distanza di un anno circa Umberto M., di Castel Volturno, ha visto chiudersi alle sue spalle le porte del carcere ed è tornato a casa. Il tribunale del Riesame, infatti, ha accolto l'istanza dell'avvocato difensore Nando Letizia disponendo la sostituzione della misura restrittiva in carcere con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari. Pertanto è stato scarcerato.

L'uomo era accusato di una doppia estorsione ai danni di un gommista di Arzano, aggravata dal metodo mafioso in quanto sarebbe legato al clan della 167 arzanese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Pistola in faccia ad imprenditore per rapina, i ladri cadono durante la fuga

Torna su
CasertaNews è in caricamento