Rubato l'albero in villa piantato in ricordo del bombardamento

Durissima nota del comitato: "Sono dei miserabili"

Nella notte tra mercoledì e giovedì, i ladri hanno portato via dalla villa comune adiacente piazza Castra Marcelli a San Felice a Cancello l’ulivo che era stato piantato al culmine della splendida manifestazione che commemorava il 75° anniversario del bombardamento di Cancello Scalo. "Questi miserabili - commenta in una nota il comitato civico Terra Mia - coperti dal buio della notte hanno oltraggiato l’intera comunità di Cancello Scalo e le autorità laiche e religiose che avevano partecipato alla manifestazione. Questa vigliaccata segue la rottura della stele al monumento di Marcello ed è un chiaro indice del degrado che attraversa il nostro paese, oltre che dell’abbandono dello stesso da parte di chi istituzionalmente dovrebbe controllare il territorio. Non abbiamo certezza su chi siano questi miserabili, di certo è sotto gli occhi di tutti quello che ogni notte succede in piazza dove ragazzi e ragazzini, probabilmente poco equilibrati, urlano, bevono e schiamazzano sino alle prime luci dell’alba senza che nessuno riesca ad impedire loro questa condotta assurda. Di certo non resteremo a guardare. E’ nostra intenzione portare all’attenzione delle forze dell’ordine nella loro globalità l’abbandono del territorio, chiedendo loro cose precise".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento