Appalti truccati al Cardarelli, arrestato l'imprenditore casertano Romeo

A Romeno sono contestati otto ipotesi di corruzione

L'imprenditore casertano Alfredo Romeo

Il casertano Alfredo Romeo torna agli arresti domiciliari. All’imprenditore sono contestati otto ipotesi di corruzione, tra cui la corruzione nei confronti dell’ex dirigente comunale Giovanni Annunziata, ex responsabile dell’ufficio patrimonio del Comune di Napoli. Altra ipotesi di corruzione a carico dell’imprenditore di Cesa riguarda anche i rapporti con il responsabile dell’ufficio speciale del palazzo di giustizia di Napoli, Emanuele Calderara.

Gli arresti sono scattati nell’ambito dell’inchiesta che ha portato Ciro Verdoliva, direttore generale dell'ospedale Cardarelli di Napoli, agli arresti domiciliari. Quest’ultimo infatti accusato di abuso e corruzione nell’ambito di una inchiesta legata alla gestione di un appalto del nosocomio napoletano.

Nel mirino dell’inchiesta, con le richieste di arresto firmate dai pm Carrano, Woodcock e Raffaele, vi sono anche altri dipendenti della Romeo: ai domiciliari è finito il dirigente Ivan Russo, tra gli indagati figurano invece gli altri dirigenti Scala e Trombetta. In totale sono 16 gli indagati nell'inchiesta per gli appalti truccati al Cardarelli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento