Aggressione razzista in piazza, denunciati 2 giovanissimi

Sono stati rintracciati dalla polizia municipale e dai carabinieri. Il sindaco: "Episodio gravissimo"

La rissa causata dall'odio razziale

Hanno aggredito un gruppetto di coetanei solo perché albanesi. L'odio razziale è stato il movente che ha dato vita alla rissa avvenuta in piazza Umberto I a Marcianise sabato scorso. Per quella rissa, che ha coinvolto diversi minorenni, sono stati individuati e denunciati 2 giovanissimi marcianisani. 

A riferirlo è il sindaco di Marcianise Antonello Velardi che, attraverso Facebook, ha spiegato come i due siano stati rintracciati, dopo essere stati individuati dalle telecamere della videosorveglianza, grazie ad uno specifico servizio di appostamento da parte della polizia municipale, guidata dal comandante Alberto Negro, e dei carabinieri che li hanno sorpresi mentre, ieri sera, stavano tornando in piazza per le loro scorribande. I due "bulli" hanno precedenti specifici e qualche mese fa si erano resi protagonisti di un altro episodio di violenza gratuita ed ingiustificata sparando da un balcone con un fucile a pallini. 

Ma è il movente, almeno stando a quanto riferito dal sindaco, a destare maggiore sconcerto. Sembra che la rissa, infatti, sia stata provocata "per odio razziale, ha accertato la municipale - dice Velardi - Ce l'hanno in particolare con gli albanesi. E infatti la rissa è avvenuta con un gruppo di giovani albanesi che abitano a Marcianise a poca distanza dalla piazza. A casa di uno dei due sono stati trovati striscioni e scritte abbastanza inquietanti che danno il senso di questa loro devianza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un episodio "grave in sé - conclude il primo cittadino marcianisano - ma lo è ancora di più per la realtà che ci consegna e perché segnala il grave disagio di giovani che a me appaiono senza futuro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

Torna su
CasertaNews è in caricamento