Cimitero trasformato in discarica, chiesta l'assoluzione per l'ex sindaco

Il pm ha invocato la condanna per il dirigente dell'ufficio tecnico e per il custode

L'ex sindaco Antonio Carusone

Due condanne ed un'assoluzione. Sono queste le richieste formulate dal pubblico ministero nel processo per la discarica all'interno del Cimitero Comunale di Pontelatone. 

Stamattina, dinanzi al giudice monocratico Maisto del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il pm ha invocato la condanna a 4 mesi, a testa, per il dirigente dell'ufficio tecnico Raffaele Marra e per il custode del cimitero. Chiesta l'assoluzione, invece, per l'ex sindaco di Pontelatone Antonio Carusone

Secondo l'accusa sarebbero responsabili, a vario titolo, del deposito incontrollato di materiali di risulta derivanti da "attività di estumulazione (resti di bare in legno, avanzi di indumenti, imbottiture, lapidi, oggetto di arredo sacro) e da demolizioni edili (calcinacci, mattoni, tegole) in un quantitativo superiore ai 30 metri cubi" all'interno del cimitero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il processo è stato rinviato all'inizio di marzo per le discussioni degli avvocati e la sentenza. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Paolo Di Furia, Emilio Russo e Nadia De Marco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento