Rifiuti nel cantiere del metanodotto: scatta il sequestro

I carabinieri mettono i sigilli a due terreni agricoli. I lavori non saranno sospesi

Il sequestro dei carabinieri

Rifiuti tra i campi. Per questo motivo i carabinieri della stazione di Maddaloni hanno sequestrato, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, due aree agricole, da circa 100 metri quadrati l'una, perché interessate dallo stoccaggio illecito di materiali vari (plastica, ferro e scarti tessili).

Entrambe le aree sono ubicate all'interno del cantiere dove si stanno svolgendo i lavori per la realizzazione del metanodotto, all'altezza di via Pioppo lungo a Maddaloni. Con i carabinieri è intervenuta anche l'Arpac che ha avviato l'iter per la messa in sicurezza della zona. I lavori per il metanodotto non sono stati sospesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Auto si schianta contro i Ponti della Valle, morto 48enne | FOTO

  • Il vento abbatte le luminarie, alberi e pali della luce a terra | FOTO E VIDEO

  • Tutor sull'Asse Mediano, giudice annulla la multa per cartelloni e limite di velocità

  • Esplode bombola di gas in una palazzina | FOTO E VIDEO

  • Zagaria attacca Schiavone dopo la testimonianza

Torna su
CasertaNews è in caricamento