Don Michele ci riprova: al Riesame per la scarcerazione

Il sacerdote propone ricorso per l'annullamento dell'arresto bis

Don Michele Barone

Ricorso bis per don Michele Barone, il sacerdote del Tempio di Casapesenna arrestato per maltrattamenti, lesioni e violenza sessuale, che ricorre nuovamente al Tribunale del Riesame per l'annullamento della seconda ordinanza di custodia cautelare in carcere (è attualmente rinchiuso al carcere di Vallo della Lucania).

Il ricorso al tribunale delle Libertà, dopo che il gip ha confermato anche la seconda misura, è stato presentato dal legale del prete Carlo Taormina e verrà discusso all'inizio della prossima settimana. Don Barone dovrà difendersi dall'accusa di maltrattamenti e lesioni su una ragazza di 14 anni, con episodi brutali durante i presunti esorcismi cui il sacerdote, senza alcuna autorizzazione dal Vaticano, sottoponeva lei ed altre vittime. In particolare le avrebbe provocato lesioni ad un orecchio nel tentativo di far uscire proprio dal foro auricolare uno dei demoni (Belzebù e Milleocchi quelli invocati durante i riti) che possedevano la giovane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

Torna su
CasertaNews è in caricamento