Motel 'La Sosta' chiuso, il proprietario presenta ricorso al Tar

Chianese contesta il provvedimento del dirigente, la giunta prepara la nomina dell'avvocato

Il motel La Sosta di Teverola

Si finisce in tribunale. Pietro Chianese, titolare della società Agricola Agribio, e proprietario dell’agriturismo (sulle carte) ‘La Sosta’ di Teverola (nonché cognato del sindaco di Aversa Alfonso Golia) ha deciso di proporre ricorso al Tar dopo l’ordinanza dirigenziale di chiusura dell’attività.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chianese ha chiesto l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza di chiusura dell’attività di agriturismo e per questo motivo il Municipio di Teverola, guidato dal primo cittadino Tommaso Barbato, ha deciso di costituirsi in giudizio, con l’ok di tutta la giunta comunale. Nelle prossime ore sarà affidato l’incarico di difesa dell’Ente ad un “avvocato esperto in materia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Tragedia al ritorno dal mare: muore 19enne, grave il fratello

  • Salvini torna a Mondragone e stavolta trova sorrisi, mozzarelle e dolci: "Cacciare bulgari fuorilegge" | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento