Motel 'La Sosta' chiuso, il proprietario presenta ricorso al Tar

Chianese contesta il provvedimento del dirigente, la giunta prepara la nomina dell'avvocato

Il motel La Sosta di Teverola

Si finisce in tribunale. Pietro Chianese, titolare della società Agricola Agribio, e proprietario dell’agriturismo (sulle carte) ‘La Sosta’ di Teverola (nonché cognato del sindaco di Aversa Alfonso Golia) ha deciso di proporre ricorso al Tar dopo l’ordinanza dirigenziale di chiusura dell’attività.

Chianese ha chiesto l’annullamento, previa sospensione, dell’ordinanza di chiusura dell’attività di agriturismo e per questo motivo il Municipio di Teverola, guidato dal primo cittadino Tommaso Barbato, ha deciso di costituirsi in giudizio, con l’ok di tutta la giunta comunale. Nelle prossime ore sarà affidato l’incarico di difesa dell’Ente ad un “avvocato esperto in materia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Uccide uccelli di specie protetta, sequestrato fucile e animali a cacciatore | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Avete sete dopo aver mangiato la pizza? Ecco i 3 motivi per cui accade

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento