CAMORRA La Dda chiede l’arresto di 2 ex consiglieri comunali

Il gip ha respinto la richiesta, il pm ha presentato ricorso in Appello

Marco Ricci e Carmine Antropoli

La Dda ha presentato ricorso in Corte d’Appello per ottenere l’arresto di due ex consiglieri comunali di Capua indagati, oggi, a piede libero per concorso esterno in associazione mafiosa.

Il pubblico ministero ha infatti deciso di impugnare la decisione del giudice per le indagini preliminari Fabio Provviser che aveva respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere per i due politici indagati nell’inchiesta che ha portato all’arresto dell’ex sindaco di Capua Carmine Antropoli e dell’imprenditore di Casapesenna, trapiantato a Capua, Francesco Zagaria, detto Ciccio e brezza.

Ricci e Taglialatela sono indagati perché avrebbero ottenuto appoggio elettorale dall’imprenditore considerato vicino al clan dei Casalesi (fazione Zagaria), che avrebbe anche picchiato un imprenditore nello studio medico di Antropoli a Sant’Angelo in Formis per evitare una sua candidatura e dirottare tutti i voti su di loro. Gli indagati saranno rappresentati nell'udienza di venerdì a Napoli dagli avvocati Franco Liguori, Michela Mascia e Nicola Pellegrino.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • TERREMOTO Trema la terra nel casertano

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

  • Scuola in lutto: morta una professoressa

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento