Mozzarella 'tarocca', chieste 12 condanne per i proprietari del caseificio e i complici

Per la procura l'azienda Cantile avrebbe utilizzato cagliate dall'estero e latte vaccino per la mozzarella Dop

Dodici richieste nei confronti di altrettanti imputati, nel mirino per l’inchiesta dei carabinieri sul caseificio Cantile di Sparanise. Si è svolta ieri la requisitoria del pm Pannone della procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha chiesto pene severe nei confronti degli imputati, accusati a vario titolo di adulterazione della mozzarella, sversamento di rifiuti nei Regi Lagni e associazione a delinquere.

A capo del gruppo, riporta ‘Cronache di Caserta’, vi sarebbe stato Guido Cantile: per l'imprenditore di San Cipriano d'Aversa il pm ha chiesto 8 anni di reclusione. Sei anni a testa invece per i figli Pasquale e Luigiantonio C., 5 anni e mezzo la condanna richiesta per Luigi B. e Giuseppe G.. Per il loro apporto all’organizzazione criminale il pm ha invocati 4 anni e mezzo a testa nei confronti di Paola M., Assunta D. C., Eleana M., Antonio D. F., Amedeo F., Agostino V. e Luigi C..

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando alle indagini portate avanti dalla procura sammaritana, il caseificio Cantile avrebbe usato tra il 2011 e il 2013 latte vaccino per la produzione di mozzarella di bufala a marchio Dop, con cagliate importate dall’estero. Il processo riprenderà a luglio con le arringhe degli avvocati difensori degli imputati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Nervi tesissimi tra cancellieri ed avvocati. La Camera Penale: "Accuse false contro la nostra categoria"

Torna su
CasertaNews è in caricamento