Ricatti hot per i soldi, condannati 2 vicini di casa

Le vittime adescate nella trappola della coppia costrette a pagare

I ricatti hot in rete

Ricatti hot per ricevere soldi dalle vittime. Per questo motivo due vicini di casa di Maddaloni sono stati condannati in via definitiva per estorsione.La Corte di Cassazione, infatti, ha respinto il ricorso presentato da Pasquale C., 28 anni, e Domenico T., 46 anni, confermando la pena inflitta loro dalla Corte d'Appello di Ancona.

Secondo quanto emerso nel corso dei diversi gradi di giudizio il 46enne veniva contattato sul suo cellulare dalla vittima con la quale pattuiva una prestazione sessuale. Successivamente inziavano le richieste di soldi che venivano assedondate dal malcapitato, tche temeva di essere infangato, versando le somme di denaro sulla carta postepay intestata al 28enne.

I loro ricorsi sono stati dichiarati inammissibili dai giudici della Suprema Corte ed i due sono stati anche condannati al versamento di 3mila euro ciascuno in favore della Cassa delle Ammende.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento