Colpo nell'area di servizio in autostrada, 3 giovanissimi tornano liberi

Revocati gli arresti domiciliari per gli autori del furto alla Sarni Oil

Sono tornati tutti in libertà i tre giovanissimi di Capodrise, Portico di Caserta e Marcianise accusati di aver commesso una rapina ai danni dell'area di servizio autostradale Sarni Oil, a San Nicola la Strada.

Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Rosaria Dello Stritto ha accolto le istanze dei difensori, gli avvocati Nello Sgambato e Gaetano D'Orso, e revocato la misura degli arresti domiciliari per due 19enni ed un 21enne.

Il raid si era verificato nella prima metà di aprile quando i tre, con i volti travisati da passamontagna, avevano fatto irruzione nella stazione di servizio. Era stato il benzinaio che stava svolgendo il turno di notte ad allertare la polizia che riuscì a fermare la banda a Recale. Durante la perquisizione del veicolo vennero trovati i passamontagna ed i guanti mentre dai controlli lungo il tragitto percorso dall'auto vennero rinvenuti coltelli, una pistola e la felpa utilizzata da uno dei banditi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tre vennero arrestati mentre altre due persone, anche loro a bordo della vettura sulla quale viaggiavano i rapinatori, sono state denunciate a piede libero. I due denunciati sono difesi dagli avvocati Giuseppe Foglia e Nello Sgambato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambino casertano di 3 anni trovato morto vicino al fiume

  • Coronavirus, contagiata una 16enne. Scuole chiuse: “Proroga inevitabile”

  • Coronavirus, contagiata donna di 40 anni: è in ospedale

  • Coronavirus, Annamaria non ce l'ha fatta. Muore dopo il ricovero

  • Coronavirus. Nuovi positivi a Capua, Francolise e Pietramelara

  • Muore 32enne in ospedale, effettuato il tampone

Torna su
CasertaNews è in caricamento