Rapine e cavalli di ritorno: carabiniere inguaia 3 imputati

I colpi ai danni di allevatori bufalini e cittadini

Il processo al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Rapine e cavalli di ritorno. Si è celebrata stamattina al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere dinanzi al collegio presieduto dal giudice Di Girolamo un'udienza del processo a carico di tre persone accusate di aver commesso diverse rapine sia ai danni di cittadini che di allevatori bufalini dell'agro aversano e della zona del litorale.

Alla sbarra sono finiti Rustem Llesci, 34enne albanese; Paolo Martino, 45enne di San Cipriano d'Aversa e Ervis Murra, 29enne albanese. Stamattina in aula è stato escusso uno dei carabinieri che ha condotto l'indagine. Una vera e propria testimonianza fiume in cui il militare, in servizio presso la compagnia di Mondragone all'epoca dei fatti, ha parlato ad ampio spettro dell'attività investigativa e delle intercettazioni che vedono protagonisti i tre odierni imputati.

Il carabiniere ha risposto con dovizia di particolari alle domande del pubblico ministero Gerardina Cozzolino. L'udienza è stata rinviata all'inizio di maggio per il controesame delle difese. Nel collegio difensivo ci sono gli avvocati Paolo Caterino e Della Corte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • Il narcos casertano si pente e fa tremare la 'Ndrangheta

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

Torna su
CasertaNews è in caricamento