Rapinatore linciato dalla folla dopo la rapina ai danni di una donna

Calci e pugni, gli hanno rotto il setto nasale. Salvato dai carabinieri

A Carinaro, nel corso della notte, i carabinieri della  Sezione Radiomobile della Compagnia di Marcianise hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di rapina, Giuseppe Marrandino, 37 anni, di Aversa. L’uomo, dopo aver afferrato al collo una 41enne, che in sella alla sua bici stava rientrando presso la propria abitazione, le ha asportato la borsetta posizionata nel cestino anteriore del velocipede, dandosi a precipitosa fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frangente, alcune persone che transitavano per strada, avendo assistito alla scena, si sono scagliate contro Marrandino colpendolo violentemente con calci e pugni al volto. All’arrivo dei militari con dispositivi luminosi e sonori accesi, la folla si è dileguata facendo perdere le proprie tracce. L’uomo, arrestato dai carabinieri, è stato poi soccorso da personale del 118 che lo ha trasportato presso il Pronto Soccorso di Aversa dove è stato riscontrato affetto da “sospetta rottura del setto nasale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento