Rapina a pistola spianata in una tabaccheria, catturato dai carabinieri

Il giovane di 22 anni è finito in manette dopo le indagini

Il rapinatore ha minacciato con una pistola i dipendenti

I carabinieri dell'Aliquota Radiomobile di Casal di Principe, all'esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dall'ufficio gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di un 22enne di Villa Literno, Sebastiano Oliviero, ritenuto responsabile di rapina aggravata.

Il 19 settembre 2017, alle ore 11,50 circa, veniva perpetrata una rapina al "Sali e Tabacchi" di via degli Oleandri 31 a Castel Volturno – Pinetamare, durante la quale un soggetto, a volto scoperto, minacciando la proprietaria del bar con una pistola e strattonando una dipendente, rubava 20 pacchetti di sigarette ed una somma in contanti per un totale di 500 euro circa, dandosi poi alla fuga a bordo di una Audi A3 di colore nero guidata da un complice.

I carabinieri del Radiomobile di Casal di Principe, a seguito di attività info-investigativa sul territorio, identificavano quale autore della rapina un ragazzo dì Villa Literno, con precedenti di polizia anche per reati contro il patrimonio, che, dagli accertamenti eseguiti presso la banca dati in uso alle forze dell'ordine, era stato controllato a bordo di un'autovettura identica a quella utilizzata per l'episodio criminoso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Durante la successiva perquisizione domiciliare volta alla ricerca dell'arma, inoltre, i carabinieri rinvenivano e fotografavano alcuni capi d'abbigliamento corrispondenti a quelli indossati dal rapinatore e descritti dalle vittime in sede di denuncia. A rafforzare i gravi indizi di colpevolezza già raccolti, in sede di individuazione fotografica, le vittime riconoscevano nell'odierno arrestato l'autore della rapina del 19 settembre 2017 e gli indumenti da questi indossati e fotografati all'interno dell'abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento