Colpo alle Poste, clienti terrorizzati in fuga. L’assalto all'arrivo del portavalori | LE FOTO

I banditi ricercati tra le fogne ed in un palazzo vicino all'ufficio. L'irruzione attraverso un buco

Il colpo alle Poste in corso Giannone

Sembra essere un colpo studiato nei minimi dettagli quello messo a segno all’ufficio postale di corso Giannone a Caserta. I rapinatori, mascherati ed armati con pistole, a quanto pare sono riusciti ad entrare da un buco praticato nel muro delle poste.

Sono entrati in azione quando è arrivato il portavalori della vigilanza che trasportava i soldi delle pensioni e delle tredicesime che sono state messe in pagamento oggi. All’interno dell’ufficio postale vi erano decine di clienti che appena hanno visto i rapinatori sono scappati immediatamente in strada dando l’allarme.

L’area è stata immediatamente transennata (col traffico paralizzato in corso Giannone e via G. M. Bosco) mentre l’elicottero della polizia si è levato in cielo per cercare di stanare i rapinatori che, secondo alcune testimonianze, sarebbero scappati poi nelle fogne. E proprio i cunicoli sotterranei sono al centro dell’attenzione delle forze dell’ordine che li stanno ispezionando. Verifiche anche in un palazzo attiguo all’ufficio postale per capire se i ladri possano essere fuggiti anche da lì. A quanto pare la banda indossa abiti da muratore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Nervi tesissimi tra cancellieri ed avvocati. La Camera Penale: "Accuse false contro la nostra categoria"

Torna su
CasertaNews è in caricamento