"Dacci la Jaguar o ti ammazziamo": 2 in manette

I due hanno minacciato il conducente per prendere l'auto di lusso ma sono stati individuati dal gps

Arrestati dalla polizia

Hanno minacciato il conducente di una Jaguar con uno spadino facendosi consegnare l'auto di lusso. Per questo motivo gli agenti del commissariato di Aversa hanno tratto in arresto Anatoliy Chumak, ucraino di 26 anni, e di Serhii Bobhehko, trentaduenne russo, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di rapina aggravata.

I fatti per cui il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare a carico dei due, eseguita dagli agenti del commissariato normanno guidato da Vincenzo Gallozzi, si sono verificati a Cellole lo scorso 18 ottobre. 

Le risultanze investigative su cui si basa la citata misura cautelare sono state acquisite nell’ambito di un’indagine scaturita proprio dall'episodio criminoso, allorquando, i malviventi, agendo con volto travisato, sottraevano un’ autovettura Jaguar minacciando il conducente con uno spadino, intimandogli di scendere dall’auto per poi darsi alla fuga. Tuttavia, dopo qualche minuto, grazie al localizzatore satellitare installato sul veicolo, gli agenti operanti riuscivano ad intercettare e bloccare l’autovettura a Teverola e a trarre in arresto i malviventi che venivano associati alla Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere dove stamani sono stati raggiunti dal provvedimento cautelare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Condannati e arrestati due affiliati al clan dei Casalesi

  • Cronaca

    I baby boss affidati alle figlie del cugino di Schiavone

  • Attualità

    Dieci locali storici venduti ai privati: incassati 3,5 milioni di euro

  • Cronaca

    3 ARRESTI Sgominata la banda della coca: in manette anche 2 donne

I più letti della settimana

  • E' morto Michele "Spaghetto"

  • Un doppio boato ha fatto tremare i casertani

  • Strage sulla Telesina: 4 morti. Inseguiti dopo la segnalazione di un furto

  • L’ultima telefonata prima dell’arresto: “Vieni al bar, sto qua”. Ma scatta il blitz dei carabinieri

  • La signora Luigia dà spettacolo a 'C'è posta per te' | VIDEO

  • 12 ARRESTI La moglie del capo: "Lavoriamo giorno e notte, in 3 mesi 280mila euro"

Torna su
CasertaNews è in caricamento