Pugni al professore dopo la bocciatura

Docente casertano aggredito dai genitori di uno studente bocciato

I 'segni' lasciati dall'aggressione al docente

Un professore 23enne, al suo primo anno di insegnamento, finito nel mirino dei ‘soliti’ genitori infuriati, tanto da prendersi un pugno in pieno volto. L’ennesima aggressione a un docente è avvenuta nell’istituto ‘Di Vittorio Lattanzio’ di Roma, vittima un professore di Aversa.

La “colpa” del docente è stata quella di essere presente nel momento in cui veniva comunicato ai genitori la bocciatura del figlio. Una scena di altissima tensione, esplosa in insulti e minacce da parte di madre e padre dello studente nei confronti dei docenti e del dirigente scolastico.

Ma dalle parole si è passato ai fatti: il padre dello studente ha infatti tentato di colpire alle spalle il preside dell’Itis e il docente aversano è intervenuto per ‘salvarlo’. Un atto che gli è costato un pugno in pieno volto. Il padre del giovane bocciato a quel punto ha perso completamente le staffe, accanendosi sul giovane professore casertano, che a fatica si è liberato dalla morsa del genitore.

Il docente è stato successivamente trasportato in ospedale con un’ambulanza: i medici hanno riscontrato un trauma cranico e i segni di un tentato soffocamento. L’anno scolastico si chiude così con l’ennesima vergognosa aggressione ai docenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento