Processo all'ex sindaco, la Dda rinuncia all'assessore "pentito"

Sentiti Nicola Panaro e Pirozzi del clan Mallardo

Nicola Panaro sentito in aula

La Dda rinuncia all'ex assessore di Trentola Ducenta Luigi Cassandra, diventato collaboratore di giustizia. E' forse questo l'apsetto più interessante dell'udienza, celebrata oggi in Corte d'Assise a Santa Maria Capua Vetere, nel processo che vede alla sbarra l'ex sindaco di Capua Carmine Antropoli, l'imprenditore vicino al clan Francesco Zagaria (che nei mesi scorsi ha iniziato a collaborare con i magistrati), Armando Porciello, 47enne di Capua; l'ex consigliere comunale Marco Ricci e l'ex assessore Guido Taglialatela.

Nel corso dell'udienza sono stati ascoltati il collaboratore di giustizia Nicola Panaro e Giuliano Pirozzi, un tempo elemento di raccordo tra il clan Mallardo di Giugliano ed i Casalesi. In particolare Panaro ha riferito di aver saputo da Elio Diana e da altri affiliati del clan dei rapporti tra il sindaco ed alcuni imprenditori, referenti della fazione Schiavone su Capua. Una conferma del racconto di Nicola Schiavone nel corso delle precedenti udienze. 

Il processo riprenderà alla fine di ottobre quando saranno chiamati altri testimoni dell'accusa. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Mauro Iodice, Gerardo Marrocco, Guglielmo Ventrone, Lorenzo Caruso, Giuseppe Stellato, Nicola Leone, Maiello, Elisabetta Di Rauso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Bollo auto, quando pagarlo e come ottenere la riduzione nel 2020

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Non supera il test di Medicina, il giudice ordina all’Università di farle ripetere la prova

  • Il business della monnezza dei Casalesi, la Dia: "Veleni nell'acqua e nelle strade"

  • Mazzette ai politici per gli appalti alla camorra, Zagaria è un fiume in piena

Torna su
CasertaNews è in caricamento