Esorcismi e violenze sessuali, la Procura “rinuncia” al sindaco

Salta la testimonianza. Convocate altre quattro ragazze in aula

Don Michele Barone

La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha deciso di rinunciare all’audizione del sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa nel corso del processo che vede imputato don Michele Barone, il parroco del Tempio finito in carcere con l’accusa di maltrattamenti e violenza sessuale ai danni di diverse sue adepte.

La decisione è stata ufficializzata nel corso dell’udienza di martedì davanti al giudice Francica del tribunale di Santa Maria Capua Vetere: De Rosa era presente per testimoniare, ma il pubblico ministero ha deciso di rinunciare alla sua deposizione. Il processo è stato aggiornato a dopo la paura feriale del periodo natalizio e sono state convocate altre quattro ragazze.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • Il narcos casertano si pente e fa tremare la 'Ndrangheta

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

Torna su
CasertaNews è in caricamento