Una nuova zona commerciale e non solo: Esposito presenta il nuovo Puc

Il sindaco soddisfatto: "Un piano che cambierà volto alla città"

Il sindaco Nicola Esposito ha presentato il nuovo Puc

“Un piano urbanistico comunale che cambierà il volto di Lusciano”: con queste parole si è aperta la conferenza stampa di presentazione del nuovo Puc della città guidata dal sindaco Nicola Esposito. Il primo cittadino, nella sala giunta del Municipio, ha sottolineato, mostrando tutte le carte approvate dall’esecutivo, “il grande lavoro di questa amministrazione comunale che ha accelerato su questo strumento urbanistico pensando ai cittadini e non alle speculazioni. Tra le più importanti novità di questo Puc c’è la zona commerciale all’uscita dell’Asse Mediano e la ristrutturazione di Palazzo Martino. Poi abbiamo puntato sulla ‘nascita’ di nuovi parcheggi, uno dei problemi endemici di Lusciano”.

Al tavolo dei relatori anche il responsabile dell’Ufficio di Piano del Puc, l’architetto Eduardo Cotugno; il vicesindaco Augusto Abategiovanni; il capogruppo di maggioranza Giuseppe Abate; Sergio Maggiobello, architetto consigliere comunale e Angela Manca, architetto di supporto al Rup – coordinamento Junior.

“Abbiamo detto no alle speculazioni – ha affermato Esposito – con la novità assoluta dell’atterraggio volumetrico. In pratica chi ha un immobile fatiscente al centro storico, che magari non può ristrutturare, può avviare una regolare trattativa con il Comune che potrebbe, in caso di cessione del fabbricato, corrispondere un terreno di uguali cubatura in un’altra zona del paese”.

Il consigliere Maggiobello ha ricordato una frase del professore Paride Caputi (scomparso prima di Natale) che ha lavorato su questo Puc che diceva che “questo è un Puc che nessun politico avrebbe mai realizzato” perché “si è data priorità ai piccoli rispetto ai grandi”. Il capogruppo Abate invece ha riferito che “questo Piano urbanistico dà ampio spazio al commercio cercando di dare risposte concrete alle problematiche occupazionali”. Il vicesindaco Abategiovanni invece ha detto che “si sta promuovendo un documento storico”. A fine conferenza stampa sono stati ringraziati anche gli architetti Luigi Migliaccio, Cristina Bocchetti e Domenico Dello Iacono; l’agronomo Alessandro Simeone e il geologo Gennaro D’Agostino. Adesso ci saranno 60 giorni per le osservazioni e poi si potrà tornare in consiglio comunale per l’ok definitivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento